Fulvio Roiter

Back

Note biografiche

Fulvio Roiter (Meolo, 1926 - Venezia, 2016) è stato uno dei più importanti fotografi italiani. Comincia a fotografare intorno ai vent’anni e, nel 1949, entra nel circolo veneziano La Gondola. Qui affina la qualità formale e compositiva delle sue immagini e partecipa a numerose mostre e concorsi amatoriali. Un viaggio in Sicilia del febbraio 1953 segna per sempre la sua carriera: le fotografie scattate in quella occasione gli aprono le porte della rivista svizzera Camera che ne pubblica un portfolio, e della casa editrice Guilde du Livre che gli commissiona due libri fotografici, Venise à fleur d’eau (1954) e Ombrie terre de Saint-François (1955), vincitore nel 1956 del Premio Nadar. Convinto assertore del puro formalismo, nel 1955 aderisce al Gruppo friulano per una nuova fotografia. Nello stesso anno viaggia in Sardegna, poi è in Andalusia per il suo terzo libro Andalousie (Guilde du Livre, 1957) e nel 1959 parte per il Brasile, dove rimane nove mesi. Nel 1960 pubblica per la collanaItinerari Italiani e il fotolibro Alpi Apuane. Roiter sale alla ribalta internazionale grazie agli scatti su Venezia dai quali ha origine il libro Essere Venezia (Magnus Edizioni) del 1978. Con questo titolo Fulvio Roiter vince il Grand Prix a Les Rencontres de la Photographie d’Arles. Durante la sua carriera ha pubblicato circa cento volumi. La FIAF (Federazione Italiana Associazioni Fotografiche) lo ha nominato Maestro della Fotografia Italiana e gli ha dedicato nel 2008 un libro monografico nella collana “Grandi Autori”. Fotografie 1948-2007 è il titolo della prima retrospettiva organizzata dopo due anni dalla sua scomparsa, nel 2018, presso la Casa dei Tre Oci di Venezia.

Una selezione di sue fotografie è inserita nell’esposizione con itineranza internazionale e nel libro NeoRealismo. La nuova immagine in Italia 1932-1960, pubblicato nelle edizioni italiana (Admira Edizioni, 2006), spagnola (La Fábrica Editorial, 2007), tedesca (Christoph Merian Verlag / Fotomuseum Winterthur, 2007) e inglese (DelMonico Books•Prestel / Admira Edizioni, 2018).

Tutte le immagini © Fondazione Fulvio Roiter.