Ernesto Fantozzi

Back

Note biografiche

Ernesto Fantozzi è nato a Milano nel 1931 e ha iniziato a scattare fotografie nel 1958, unendosi fin dall’inizio della sua carriera al Circolo Fotografico Milanese. Nel 1962 gli viene assegnato il titolo di AFIAP (Artista della Federazione Internazionale dell’Arte Fotografica). In quel periodo il suo lavoro è esposto in numerose mostre personali e di gruppo e le sue fotografie, che mostrano le caratteristiche tipiche di un approccio al reportage, sono spesso notate e apprezzate dalla critica. Insieme a Carlo Cosulich, è uno dei fondatori del Gruppo 66, che raccoglie fotografi amatoriali il cui obiettivo è documentare la vita quotidiana nella città di Milano. Negli anni ‘90 dedica ancora una volta la sua ricerca visiva agli abitanti della sua città e si concentra sulle opere di artigiani la cui professione sta diventa sempre più rara, come gli argentieri. Nel 2002 è stato nominato Autore dell’anno dalla FIAF (Federazione Italiana Associazioni Fotografiche), e nel 2003 gli è stato conferito il titolo di Maestro della fotografia italiana. La sua produzione è esposta in numerose mostre in Italia e all’estero.

Una selezione di sue fotografie è inserita nell’esposizione con itineranza internazionale e nel libro NeoRealismo. La nuova immagine in Italia 1932-1960, pubblicato nelle edizioni italiana (Admira Edizioni, 2006), spagnola (La Fábrica Editorial, 2007), tedesca (Christoph Merian Verlag / Fotomuseum Winterthur, 2007) e inglese (DelMonico Books•Prestel / Admira Edizioni, 2018).

Sue opere sono state acquisite da importanti collezioni private e istituzioni pubbliche e rientrano nella recente acquisizione del Metropolitan Museum of Art (New York).

Tutte le immagini © Ernesto Fantozzi.